domenica 26 gennaio 2020

NO al Centro Commerciale El-Alamein - occhiali verdi per gli asini

Eccovi qualcosa su cui riflettere ....

Dopo la pesante bocciatura del progetto di settembre da parte della Soprintendenza, come riportato nel nostro post precedente, in quanto il progetto è "in contrasto con l'indirizzo normativo di salvaguardia del paesaggio" e non è "compatibile per collocazione e tipologia architettonica con l'area soggetta a tutela" ...

ecco che invece il Centro Commerciale El Alamein ha ricevuto il parere favorevole dalla Soprintendenza ...
dopo soli 3 mesi.

E' incredibile e assurdo credere che la Soprintendenza ora approvi un progetto che aveva già bocciato ...eppure è proprio così.

Ma questo è nulla: la lettura della "Autorizzazione Paesaggistica" protocollata in Comune lascia ancora più sgomenti ed increduli. La preoccupazione principale della Soprintendenza (e quindi del Comune) è quella di salvaguardare il 'colore verde' della pavimentazione delle strade, dei parcheggi e persino del tetto. Ossia mostro ecologico sì, purché non si noti ...

E' quindi bastato imporre una pavimentazione drenante e varie rifiniture di colore verde per concedere l'approvazione del progetto.

E' impossibile non ricordare subito la favola dell'asino a cui il fattore metteva gli occhiali verdi, per fargli mangiare la paglia credendo fosse fieno.
Questo è quello che i nostri amministratori pensano di noi.


Siamo sconcertati e siamo molto delusi!!

Riportiamo di seguito un estratto dell'autorizzazione paesaggistica protocollata dal Comune. 


E questa è solo una delle autorizzazioni che il Comune ha pubblicato, dato che, per aggirare il limite vigente per la costruzione di nuovi Centri Commerciali, ha spezzato l'opera in diversi edifici, ognuno col proprio nome "Edificio A, Edificio B, ...." ed ognuno con la propria personale collezione di permessi e iter amministrativi.

    Nessun commento: