venerdì 8 maggio 2020

Capitan LIPU e le cinciallegre abbattute

Gruppo Verde Urbano Latifoglia U+1F333


 Ehi @Cap, risulta che in Via Mazzini abbiano allestito un nido di fortuna!

Alcune cinciallegre sono state trovate a terra.
12:23
Capitan LIPU

GGGHHH
Ma non va bene! E' troppo esposto!

Un intero nido ?! E perché mai?

Dove stavano prima?
12:25
 
 
Hanno potato recentemente e hanno anche abbattuto diversi alberi.
E' possibile che ci fossero dei nidi.
Sono rimasti senza tetto.
12:27
Capitan LIPU

 Emoji terrorizzato U+1F631 Emoji spaventato U+1F628
STAI SCHERZANDO !?!?


Ma è il 6 di Maggio !

Non si abbattono gli alberi nel periodo di nidificazione !!

CORRO.
12:28
 
 Sharon
Emoji terrorizzato U+1F631 NOOOOOO !!
12:29
 
 
No ... li avevano già abbattuti prima.

Certo è che le cinciallegre non nidificano sotto le panchine.

Questo è quanto rimasto dell'albero 524.

 
Anche il 566 è scomparso.
Eppure ... non mi torna, perché nella valutazione dell'agronomo non risultavano "da abbattere" ...
E infatti da questa sezione si direbbe che il tronco era sano.
12:40
Capitan LIPU
Sono sul posto.
Ieri sera hanno trovato 4 piccole cince sotto un albero e le hanno messe in questa scatola.

Ho recuperato una scala e una cassetta/nido con un po' di bambagia, ora le sposto più in alto.
12:51
 
 Ho controllato le valutazioni dell'agronomo. Infatti risulta:
566 Valutare abbattimento anticipato
524 Valutare abbattimento anticipato, IN ALTERNATIVA RIDURRE IN ALTEZZA LA CHIOMA E MANTENERLA LEGGERA.

Direi che hanno "valutato" molto attentamente ... visto che avevano già la sega in mano hanno deciso di tagliare, senza verificare la presenza di nidi.

Eppure la stessa analisi segnala chiaramente la presenza di una "cavità aperta" ...
12:51
Capitan LIPU
Certo! Le cinciallegre nidificano nelle cavità degli alberi - chiunque del mestiere lo sa.

E forse non mi sono spiegato bene:
distruzione di nidi, legge 157 del  '92 = denuncia penale.
Sono in contatto con la LIPU.
13:00

 Figurati! Mettere in piedi una denuncia per un solo nido ...
Tutte spese che ben pochi possono permettersi.
E così passerà sottotono come al solito.
Ma che almeno si sappia ... altro che "APPALTO VERDE A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE" come scrivono sul sito del Comune ...
13:06
Capitan LIPU
Incredibile ma vero, da sotto una macchina parcheggiata, forse sentendo i pigolii di fratelli, è uscita una quinta piccola cincia!
Rimasta in strada da ieri!... 😱😍
13:21
 
Sharon
BRAVOOO !!
Faccina con tre cuori U+1F970
13:22
 
 E non è neppure il primo albero che troviamo abbattuto a dispetto delle prescrizioni dell'agronomo.
Nel piazzale del cimitero è scomparso un bellissimo acero per il quale era prescritto "Riduzione consistente della chioma in alternativa all'abbattimento".



Il Comune ci ha messo due mesi per mostrarci la documentazione dell'agronomo che avevano promesso alla Consulta per l'Ambiente.

Inoltre la lista degli alberi che stanno abbattendo, che è pubblicata sul sito, non è inclusa nelle analisi dell'agronomo che ci hanno dato.
Semplice dimenticanza? Ignoranza? Ci hanno dato il contentino?
13:33
Capitan LIPU
Dai, ci pensiamo dopo, ormai bisogna intervenire.

Ho pensato di lasciare la cassetta aperta.
Un piccolino è già salito sul bordo della scatola !
Speriamo che venga riconosciuto.

13:55
 
 GRANDE !
Speriamo che non siano stati abbandonati !

13:57
Capitan LIPU
ECCOLO !!
Solo dopo pochi minuti un adulto è già sceso a nutrirlo! 😍🎊🎉
GUARDATE !


14:07
 
 Sharon
Cuore rosso Emoji U+2764
14:08
 
  Pugno Emoji U+1F44A Bicipite Emoji U+1F4AA Persona con le mani preghiera U+1F64F
14:09
Capitan LIPU
Grazie amici. E' un dovere.
Sono soddisfatto.
MA ANCHE INCAZZATO NERO.
PORC !!

Tridente Emoji U+1F531
14:15
 

Il gruppo "Verde Urbano" di Vigevano Sostenibile sta monitorando la situazione del verde cittadino, la cui gestione appare piuttosto disinvolta e sbrigativa.
Abbiamo chiesto e vorremmo collaborare col Comune e col manutentore in maniera proattiva, a vantaggio delle piante e dell'ambiente in cui viviamo.

Diciamo però che non siamo partiti molto bene ... dover salvare nidi abbattuti era ben oltre le nostre peggiori aspettative.

domenica 3 maggio 2020

OMS: per la fase 2 meglio la bici dell'auto

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato sul proprio sito un piccolo vademecum, nel quale elenca le modalità di spostamento della Fase 2 (fine del lockdown). Dalle linee guida emerge che la bicicletta è il mezzo di trasporto migliore per i centri urbani perché garantisce il distanziamento sociale e aiuta a mantenerci in movimento e in forma fisica.

lunedì 20 aprile 2020

Lettera al Direttore: Speranza Verde

Riportiamo in questo post la 'lettera al direttore' distribuita a vari giornali e pubblicata per intero da L'Informatore Vigevanese.
In quanto "riflessione" non si certo è guadagnata un posto tra le prime pagine, ancora impegnate da tamponi, morti e denunce di malagestione.

Tuttavia ne approfittiamo per ricordare a tutti i direttori di giornale che è invece proprio questo il momento delle riflessioni. Le possiamo ascoltare quitidianamente da scienziati, da tecnici, da gente normale; persino da politici e amministratori non pieni di sé e non impazienti di tornare allo status quo. E' questo il momento di prepararci ad una ripresa che sia fondata sulla riflessione e non sulla fretta di recuperare.

E in questo i giornali hanno già, e avranno poi, una enorme responsabilità.



Egregio Direttore,
Le inviamo una riflessione amara, ma con una speranza per la nostra città.
In questi giorni abbiamo visto attorno a noi una forza di reazione a questa emergenza soprattutto nel mondo della scuola, oltreché sul fronte della sanità...
Però a Vigevano si continua a subire un abbassamento della ‘Qualità della Vita’ in continua decadenza da decenni oramai.
La viabilità senza marciapiedi, le strade senza alberi né aiuole e l’assenza di aree verdi diffuse non aiutano quando si è costretti (per sacrosanti motivi) a muoversi nel raggio di 200 metri da casa.

giovedì 2 aprile 2020

Pesce Sega d'Aprile

Pubblichiamo l'articolo comparso su La Provincia Pavese di ieri, che testimonia la mattanza di alberi consumatasi intorno a Parco Parri - che continuerà implacabile in altre aree della città.

Almeno un appello nel regime COVID19 il Comune di Vigevano l'ha rispettato:
il 1 Aprile 2020 evitiamo gli scherzi.

E infatti qui si fa sul serio: un intervento già programmato che sentenzia il necessario abbattimento urgente di alberi che, placidamente in piedi da anni, potrebbero cadere da un momento all'altro. Così urgente da richiedere un ordine di servizio perentorio, con minaccia di penali in caso di ritardi oltre il 15 aprile, che espressamente scavalca le leggi regionali che vietano la manutenzione arborea nel periodo di emergenza virus. Così urgente da ignorare l'impegno preso di avvertire e coinvolgere preventivamente la Consulta dell'Ambiente, composta di agronomi locali che sarebbero invece attenti e rispettosi dei propri alberi.

Segue l'articolo integrale.

mercoledì 1 aprile 2020

Mentre #iorestoacasa il Comune taglia anche gli alberi

Nonostante la pandemia, nonostante il fermo di tutte le attività non essenziali, nonostante il DIVIETO esplicito imposto alla gestione del verde (vedi il comunicato della Regione) la DISTRUZIONE DEL VERDE vigevanese non si ferma.

 

Dopo aver amputato i tigli di Viale Beatrice d'Este e aver creato i presupposti per un loro inevitabile ammaloramento, ora tocca a Piazza Volta: sono stati tagliati 3 liquidambar e i cedri sono stati cimati e ancora potati.

Come aggirare lo Stop alle attività di manutenzione del verde? Appigliandosi ad una presunta instabilità e pericolosità degli alberi: una vera e propria scappatoia impossibile da dimostrare.

Nella riunione della Consulta per l'Ambiente del 3 febbraio avevamo chiesto (e in teoria ottenuto) di poter vedere le schede tecniche di tutti gli interventi programmati sul verde cittadino.

Le abbiamo chieste ancora agli uffici tecnici ed ancora all'Assessore Onori, in questi oramai due mesi trascorsi ...


Le stiamo ancora aspettando!... 

domenica 29 marzo 2020

Installato il primo rilevatore di inquinamento dell'aria del progetto "20 centraline"

Ecco la prima centralina PM 2,5 e PM 10 
finalmente installata e online
 

Collegato e connesso online il primo sensore di rilevamento PM 2,5 e PM 10 nell'ambito del progetto di rilevamento qualità dell'aria che abbiamo lanciato alcuni mesi fa insieme a Italia Nostra, Associazione giornalisti Assorolandi, CGIL, Slow Food e Parco del Ticino. Le altre centraline verranno acquistate e installate a emergenza COVID19 finita. La prima centralina è stata installata da un nostro volontario sul suo balcone di via Cairoli a Vigevano.

Potete consultare qui i dati in tempo reale.

venerdì 27 marzo 2020

#iostoacasa e compro al negozio di vicinato

Ripubblichiamo e rimandiamo volentieri ad alcuni documenti accessibili su web:

elenchi di negozianti che offrono consegne a domicilio a Vigevano.

Non solo perché in tempi di COVID-19 queste sono risorse necessarie, ma anche perché vogliamo considerarle strumenti preziosi per liberare la comunità vigevanese dal giogo dei supermercati (e di chi ne approva la costruzione).
Oggi sono uno modo per non abbruttirsi in coda per ore. Domani potranno essere un metodo per riscoprire i negozi sotto casa, se veramente vogliamo salvarli dalla estinzione.

Aggiornamento del 4/apr/2020: un nuovo sito web è stato inaugurato per presentare in modo più fruibile le informazioni elencate qui avanti: www.spesaacasavigevano.it.
Per la verità, altri ne esistono su scala nazionale, che riportano grossomodo le medesime informazioni. Ad esempio: iorestoacasa.delivery/?cap=27029 (per vigevano)


domenica 22 marzo 2020

Donazioni per emergenza COVID-19 a Vigevano - vademecum


Pubblichiamo un elenco di coordinate bancarie utili per chi desidera fare donazioni ai nostri ospedali e alle altre strutture sanitarie di Vigevano impegnate nell'emergenza COVID-19.

Vorremmo contribuire alla gara di solidarietà che si sta svolgendo in città, a beneficio delle strutture sanitarie, cercando di eliminare qualunque forma di agonismo e di business.

Senza nulla togliere al potere mediatico di una "raccolta di fondi", ricordiamo che tutti gli enti che vorremmo aiutare dispongono di un proprio conto bancario e possono quindi ricevere donazioni dirette, senza coinvolgere intermediari, con relativi costi economici e sociali. Questo recente articolo da Il Fatto Quotidiano sul business delle donazioni aiuta a metterci in guardia.

Detto questo, forniamo qui sotto un elenco di IBAN diretti e dei punti di raccolta di cui siamo a conoscenza e invitiamo i lettori a darci notizia di ulteriori iniziative.

venerdì 20 marzo 2020

COVID-19 e polveri sottili: possibile correlazione?


Polveri sottili possibile vettore di trasmissione del coronavirus


Proiezione modellistica dell'inquinamento da PM 10 di oggi (fonte: sito Arpa)

Nelle scorse ore è apparsa la notizia su diverse testate giornalistiche (Repubblica, Sole 24 Ore, Il Fatto Quotidiano, Wired) uno studio che mette in luce un possibile legame fra le polveri sottili e il coronavirus. Si tratta di una prima ipotesi formulata da alcuni studiosi che negli ultimi giorni hanno correlato le emissioni di polveri sottili di fine febbraio con il numero di contagiati forniti dalla Protezione Civile nelle zone esaminate. 
In particolare il gruppo di ricercatori coinvolti nella ricerca ha esaminato i dati pubblicati sui siti delle Agenzie regionali per la Protezione Ambientale (ARPA) relativi a tutte le centraline di rilevamento attive sul territorio nazionale, registrando il numero di episodi di superamento dei limiti di legge (50 μg/m3 di concentrazione media giornaliera) nelle province italiane.
Parallelamente, sono stati analizzati i casi di contagio da Covid 19 riportati sul sito della Protezione Civile. Si è evidenziata una relazione tra i superamenti dei limiti di legge delle concentrazioni di PM10 registrati nel periodo 10-29 febbraio e il numero di casi infetti aggiornati al 3 marzo (considerando un ritardo temporale intermedio di 14 giorni fra i dati ARPA e l'identificazione dell'infezione contratta in quanto il virus si considera abbia un tempo di incubazione proprio di 14 giorni). In Pianura padana si sono osservate le curve di espansione dell’infezione che hanno mostrato accelerazioni anomale, in evidente coincidenza, a distanza di 2 settimane, con le più elevate concentrazioni di particolato atmosferico, che hanno esercitato un’azione di boost, cioè di impulso alla diffusione virulenta dell’epidemia.

martedì 17 marzo 2020

Diventa Volontario Temporaneo della Croce Rossa Vigevano


Ecco un'occasione preziosa per mettersi a disposizione della società locale, a fianco di chi lo ha sempre fatto e continuerà a farlo, quotidianamente.

L'annuncio è pubblicato alla pagina www.crivigevano.it/emergenza-covid-19/volontari-temporanei-covid-19, dove potete trovare maggiori informazioni.

Le mansioni previste sono ovviamente quelle che non richiedono competenze specifiche. In particolare, "sono allo studio nuove iniziative di assistenza alle fasce più vulnerabili della popolazione e abbiamo già attivato una nuova attività: il servizio gratuito di pronto spesa e pronto farmaco per tutta la popolazione over 65 (consulta la pagina dedicata cliccando qui)"

Per richieste di informazioni e dettagli sulla figura del Volontario Temporaneo, sull’iscrizione e sulle mansioni invia una mail a: vigevano.sviluppo@lombardia.cri.it

Ricordate inoltre che le donazioni di sangue restano di importanza cruciale e che SARS-CoV-2 non si trasmette per via trasfusionale. I centri di raccolta del sangue sono attrezzati per consentire alle donazioni di svolgersi in sicurezza, come spiegato meglio in sul portale salute.gov.it.

Sostenibilità è anche questo: solidarietà e aiuto reciproco. 

giovedì 12 marzo 2020

Vigevano Capitale dei supermercati? - L'articolo de LaProvinciaPavese

Ripubblichiamo volentieri l'articolo firmato da Oliviero Dellerba comparso su LaProvinciaPavese 11-3-2020, che commenta in modo appropriato il nostro Comunicato Stampa di protesta contro i "permessi di costruire" per il centro commerciale in via El Alamein (già da noi postato integralmente).

L'accento è posto sui danni sostanziali alla Città, causati da questa decisione impopolare e contrastata dalla cittadinanza: il danno per l'economia locale, la congestione del traffico, gli oneri di urbanizzazione sperperati, il consumo irresponsabile del suolo, l'orribile impatto paesaggistico ed ecologico.
Una Città che fu certamente Capitale della Cultura ai tempi di Ludovico il Moro, ma che ora può concorrere solo al titolo di Capitale dei supermercati.

L'articolo evidenzia anche il modo discutibile di procedere della burocrazia vigevanese, che già sappiamo essere solita a decisioni prese a porte chiuse, ma che non ci aspettavamo arrivasse a farlo persino in tempo di Corona Virus, quando tutta l'attenzione e le risorse sono rivolte altrove.

Ringraziamo anche L'Informatore Vigevanese, che riporta oggi uno stralcio del nostro comunicato stampa, rimarcando invece la singolare separazione in 5 permessi di costruire.
Come ampiamente denunciato in passato, si tratta di un abile trucco per aggirare il limite di costruzione delle grandi strutture di vendita.

Segue l'articolo originale.

mercoledì 11 marzo 2020

NO al Centro Commerciale El-Alamein - Comunicato Stampa

Come annunciato nel nostro post precedente, pubblichiamo qui di seguito il Comunicato Stampa di Vigevano Sostenibile, che sappiamo già recepito da alcune testate locali, per esempio dalla Provincia Pavese che titola con giusta ironia "Vigevano capitale dei supermercati".

Disponibile anche in versione pdf stampabile

Mentre #IoRestoACasa il Comune approva i Centri Commerciali

Nonostante la minaccia del CoronaVirus l'attività al Comune di Vigevano è febbrile.

"Non bisogna perdere tempo: la gramigna va piantata prima della scadenza di mandato del Sindaco, chi sa mai che il prossimo voglia coltivare erba sana.
E quindi presto! presto! completate e pubblicate questi maledetti Permessi di Costruire e che si faccia il Centro Commmerciale in via El-Alamein ! Approfittiamone ora, mentre l'opposizione #senestaacasa."

E così eccoci serviti a domicilio: mentre ce ne stiamo in ozio forzato sul divano, il Comune ci consegna 5 (cinque) 'PERMESSO DI COSTRUIRE' per edifici e parcheggi in via El Alamein.
Sferrati come un gancio, mentre ancora siamo piegati per il colpo basso del beffardo permesso paesaggistico di gennaio.

Abbiamo già comunicato il nostro parere ai giornali locali. 
A breve vi faremo avere maggiori dettagli.

Per fortuna c'è qualcuno che, a costo di infettare se stesso e gli altri, porta stoicamente a termine il lavoro. O quantomeno: quello veramente, veramente urgente.

domenica 8 marzo 2020

All'aria aperta contro il virus ... Sì, ma non tutti, per carità!


Le disposizioni del  Governo per il contenimento e la lotta al CoronaVirus parlano chiaro: state possibilmente a casa, ma se proprio proprio dovete uscire, rispettate almeno le distanze dalle altre persone ed evitate i luoghi chiusi.

Cosa può esserci quindi di meglio che una passeggiata in campagna, a godervi l'aria fresca di marzo e la Natura che si risveglia? Magari con i vostri figli che potrebbero persino scoprire cose che a scuola trovano solo sul sussidiario ?

Sì, però ... non esageriamo...

8 marzo

Basta il pensiero ...

domenica 1 marzo 2020

Basta abbattimenti e potature scellerate degli alberi !

E' sufficiente una ricerca su web con il termine "capitozzatura" (una tecnica di potatura che consiste nel taglio dei rami sopra il punto di intersezione con il tronco o ramo principale), per trovare una quantità di dimostrazioni e di testimonianze di quanto questa pratica sia nociva, spesso letale, per gli alberi e quindi per tutto l'ecosistema che li accompagna.

Ciò nonostante, è drammaticamente frequente l'adozione di questo metodo non solo su alberi di proprietà privata, ma addirittura da parte di numerose amministrazioni comunali. Anche in questo caso è sufficiente consultare il web per trovare innumerevoli denunce popolari - purtroppo quasi sempre tardive - degli scempi compiuti con tali azioni di (sedicente) potatura.

sabato 22 febbraio 2020

Parco Parri da salvare

Il 21/2/2020 un articolo su L'Informatore rilancia il problema drammatico della mala-gestione del Parco Parri, ridotto ormai "a deserto".

Ringraziamo Selvaggia Bovani per averlo riportato alle cronache, ma tutti sappiamo che il problema esiste da tempo, ossia sostanzialmente dal 2015 con la scellerata decisione di trasformare il Parco Parri pubblico in un parco giochi privato.

Vigevano Sostenibile fu da subito in prima linea per contrastare la privatizzazione, organizzando un simbolico "Parco ParrTy", ossia un pic-nic sul prato - allora visibilmente verde e rigoglioso - sostenendo che per la Città questo sarebbe stato l'ultimo. E infatti: così è stato.

venerdì 7 febbraio 2020

Fridays For Future alla Camera dei Deputati

Riportiamo qui, rimandando alla pubblicazione ufficiale, il video ed il commento di FFF sul proprio stesso intervento alla Commissione Ambiente della Camera dei Deputati, invitati per una audizione il 5-2-2020.

E' pur vero che qui si parla di problemi globali e non del nostro orticello vigevanese ...

... ma non possiamo fare a meno di notare che, mentre il Mondo intero è in sommossa per i pericoli che sta correndo, molte Amministrazioni locali insistono nel tollerare o persino favorire gli interessi privati che chiedono permessi di consumo smodato del suolo, abbattimento di alberi, costruzione di centrali inquinanti, gestione approssimativa dei rifiuti, etc.

lunedì 3 febbraio 2020

Vigevano-Malpensa: STOP dal TAR

Il 31-1-2020 il Tar della Lombardia ha fermato i lavori della superstrada Vigevano-Malpensa, annullando la delibera del CIPE del 28 febbraio 2018 che stanziava 220 milioni di euro per le opere del primo tratto.

I giudici hanno rilevato irregolarità di carattere tecnico, in particolare relativamente alle varianti progetto introdotte per la zona di Pontevecchio e Pontenuovo. E la legge prevede l’aggiornamento dello studio d’impatto ambientale in caso di modifiche significative, che rientrano quindi nella competenza della commissione VIA - Valutazione di Impatto Ambientale. La quale nel 2019, supportata dall’Unione Europea, aveva già bocciato il progetto.

lunedì 27 gennaio 2020

Il Comune di Vigevano NON aderisce al Plastic Free Challenge

Già dal 4 ottobre 2018 un comunicato stampa ufficiale proclamava a viva voce:


aggiungendo:"Il Ministero invita aziende ed enti della Pubblica amministrazione che vogliano diventare plastic free, ad elaborare iniziative di riduzione della plastica monouso come quelle messe in atto dal Ministero dell’Ambiente e darne comunicazione all’indirizzo plasticfree@minambiente.it per vederle inserite sul sito www.minambiente.it"

Il messaggio forte e chiaro del Ministero era:

ABBIAMO DATO L’ESEMPIO, ORA OGNUNO FACCIA LA PROPRIA PARTE.

Bene. Ora vi illustriamo come il Consiglio Comunale di Vigevano ha deciso di NON FARE LA PROPRIA PARTE.

domenica 26 gennaio 2020

NO al Centro Commerciale El-Alamein - occhiali verdi per gli asini

Eccovi qualcosa su cui riflettere ....

Dopo la pesante bocciatura del progetto di settembre da parte della Soprintendenza, come riportato nel nostro post precedente, in quanto il progetto è "in contrasto con l'indirizzo normativo di salvaguardia del paesaggio" e non è "compatibile per collocazione e tipologia architettonica con l'area soggetta a tutela" ...

ecco che invece il Centro Commerciale El Alamein ha ricevuto il parere favorevole dalla Soprintendenza ...
dopo soli 3 mesi.

E' incredibile e assurdo credere che la Soprintendenza ora approvi un progetto che aveva già bocciato ...eppure è proprio così.

Ma questo è nulla: la lettura della "Autorizzazione Paesaggistica" protocollata in Comune lascia ancora più sgomenti ed increduli. La preoccupazione principale della Soprintendenza (e quindi del Comune) è quella di salvaguardare il 'colore verde' della pavimentazione delle strade, dei parcheggi e persino del tetto. Ossia mostro ecologico sì, purché non si noti ...

E' quindi bastato imporre una pavimentazione drenante e varie rifiniture di colore verde per concedere l'approvazione del progetto.

E' impossibile non ricordare subito la favola dell'asino a cui il fattore metteva gli occhiali verdi, per fargli mangiare la paglia credendo fosse fieno.
Questo è quello che i nostri amministratori pensano di noi.

sabato 25 gennaio 2020

ENI insegna sostenibilità a scuola !?!?

Vogliamo segnalare una petizione importante, pubblicata su change.org, che cerca di scongiurare il pericolo che ENI, ben nota per i propri interessi non-sostenibili, venga incaricata da ANP (Associazione Nazionale Presidi) per l'educazione ambientale nelle scuole.