sabato 7 marzo 2009

Comunicato Stampa

"Occorre dare vita ad un confronto rispetto agli aspetti tecnici e progettuali della centrale ed è meglio affrontarli in una riunione ristretta in modo tale da poter discutere a 360 gradi". Queste parole del sig. Dario Invernizzi apparse giovedì sulla stampa hanno messo fine sul nascere, alla
possibilità di un incontro a ”porte chiuse” con il “Coordinamento Vigevano Sostenibile”. Un incontro con queste premesse verrebbe inteso come un tradimento del “mandato” che ci è stato affidato da oltre 3000 cittadini di contrastare la costruzione della centrale e come una nostra disponibilità a confrontarci nel merito degli aspetti tecnici della centrale stessa, invece che sulle possibili alternative, che abbiamo più volte esaurientemente illustrato senza che venissero mai prese in considerazione e che riteniamo l’unica strada logica percorribile.
Parallelamente, sempre sulla stampa, leggiamo del “piano strategico” del Vicesindaco Merlo: “speriamo arrivi presto il vento” per contrastare il preoccupante aumento del tasso di inquinamento atmosferico della Lomellina; metodo strategico sicuramente più innovativo della “danza della
pioggia” già tentato in passato, ma sempre più difficile da realizzare a causa del riscaldamento della terra a causa dell’inquinamento. Contemporaneamente auspica un blocco del traffico solo se riguarderà l’intero territorio lomellino. Strano che si ricordi dell’esistenza di una programmazione strategica del territorio, che deve venire dalla Provincia, di cui il Sig.Invernizzi è politico e governante di spicco, solo quando si parla del blocco del traffico e non quando si decide di approvare la costruzione di ben quattro nuovi impianti inquinanti nel raggio di 10 Km e senza valutazione di impatto ambientale.
Signori amministratori pubblici siamo seri! La salute è una cosa seria; la cosa più importante che abbiamo! Da amministratori accorti e lungimiranti ci si aspetta decisioni politico-startegiche che tengano conto della salute pubblica, della salvaguardia e valorizzazione del territorio e dello sviluppo economico locale.
Per questo motivo, sono i cittadini a richiedere, anzi a pretendere al più presto un confronto pubblico con tutte le realtà politiche, sanitarie ed economiche del territorio, che sul grave problema dell’inquinamento hanno competenze o responsabilità.
In conclusione ribadiamo la nostra disponibilità ad un incontro con il presidente dell’ASM e con la Giunta comunale per parlare, non certamente degli “aspetti tecnici e progettuali della centrale”, ma di strategie alternative di produzione di energia elettrica con fonti alternative, sane, virtuose, intelligenti con sistemi veramente rinnovabili e sicuri, efficaci anche per migliorare l’attuale preoccupante situazione ambientale. Proposte e decisioni di buonsenso da realizzare in alternativa a questa assurda centrale diesel ad olio di palma della Morsella, contro la cui costruzione, Vigevano Sostenibile continuerà ad opporsi in modo sempre più fermo e deciso.
Per favorire un auspicato senso di responsabilità della Giunta comunale e di ASM ed aiutarli ad organizzare in tempi brevi il servizio funebre del progetto della Centrale-Friggitrice, Vigevano Sostenibile organizza per il 26 Marzo un incontro con medici e tecnici ambientali, in cui sarà esposta la drammatica situazione sanitaria del nostro territorio a causa dell’inquinamento; serata informativa e di riflessione pubblica a cui il Presidente ASM sig. Invernizzi ed il Vicesindaco Sig.Merlo sono caldamente invitati.
Vigevano, 01 Marzo 2009

0 commenti:

Posta un commento

  © Blogger template The Business Templates by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP